FESTA DELLA MADONNA DEL PERPETUO SOCCORSO



Domani 26 giugno sarà dedicato alla Madonna del Perpetuo Soccorso che la Titolare e la Protettrice della nostra Parrocchia. Come al solito sarà un momento per raccogliere ai piedi di Maria la Comunità Parrocchiale che trascorrerrà così qualche ora insieme in assoluta serenità.

 

Nella foto al lato potete trovare il programma dei festeggiamenti.

 

Ma da dove deriva il culto della Madonna chiamata con questo appellativo?

Si tratta di un culto antichissimo istituito a Palermo nel 1306. Secondo la tradizione la Vergine apparve al padre agostiniano Nicola La Bruna. Il monaco era ormai in fin di vita perchè sofferente di una malattia inguaribile. La Madonna lo rassicurò dicendo che sarebbe guarito. Gli chiese di diffondere notizia del miracolo e di farla invocare con il nome, per l'appunto, di Madre del Soccorso. Una volta guarito, Fra Nicola chiese ai suoi confratelli Agostiniani di diffondere il culto della Madonna del Soccorso in Italia e negli altri Paesi Europei.

Secondo altre fonti, invece, il culto ebbe vita a Castellamare di Stabia il 13 luglio 1718 durante un duro combattimento nel quale la città si trovò nel mezzo della battaglia fra Filippo V Re di Aragona e Amedeo di Savoia per il possesso della Sicilia.
Un bastimento da carico spagnolo, inseguito da cinque navi inglesi, venne a rifugiarsi proprio sotto il castello dove si trovava chi doveva prenderne le difese per respingere le navi nemiche; queste, irritate dal danno sofferto, risposero all'attacco facendo fuoco con la loro artiglieria. Alla vista dell'imminente pericolo, il popolo, temendo il peggio, accorse ai piedi della sua patrona, implorando a gran voce un potentissimo soccorso. La città fu abbandonata dai suoi abitanti e su di essa si riversò una quantità enorme di ferro e fuoco. Nonostante ciò le abitazioni e gli altri edifici non riportarono alcun danno. Gli abitanti, mentre rientravano nelle loro case illese, videro la Madonna vestita di bianco apparire dal monte delle Scele. Seguita da una schiera di angeli, si diresse verso il mare. Questa visione spaventò gli inglese che abbandonarono il mare di Castellamare precipitosamente.

Alla Madonna del Perpetuo Soccorso sono dedicate tante Basiliche, Santuari e Chiese della Cristianità fra le quali la nostra che si affaccia all'angolo tra via della Rotonda e via Megara.