VEGLIA DI PREGHIERA DEL GRUPPO SHALOM



Se qualcuno vuol venire dietro a me, prenda la sua croce e mi segua”

 

Con queste parole pronunciate dal nostro maestro Gesù, sabato 8 Aprile 2017 il gruppo Shalom ha espletato la veglia di completamento del percorso di preparazione alla Santa Pasqua 2017.

Grazie all’espediente della “via crucis” alternata a racconti, riflessioni, preghiere e citazioni di grandi personaggi, come Madre Teresa di Calcutta, la veglia ha riscosso un discreto successo in quanto capace di avere scosso gli animi di ogni partecipante e di aver ridato la fiducia, il conforto a ciascuno nel portare la propria croce.

Dai commenti e dalle riflessioni dei partecipanti intensa e significativa è stata la riscoperta o, se vogliamo la nascita di una nuova fede, rafforzata ancora di più dalla speranza e dalla fiducia in Dio.

Spesso nella vita di tutti i giorni o di fronte alle difficoltà ci sentiamo soli e dispersi, senza guida, in balia degli eventi funesti, allora ci è di aiuto ripescare dalla nostra la memoria la toccante poesia di uno sconosciuto che paragona la nostra vita ad un’insieme di orme lasciate sulla spiaggia. In alcuni momenti abbiamo la falsa percezione di camminare da soli, l’errata convinzione di affrontare le difficoltà senza alcun aiuto ma di fatto Dio è sempre accanto a noi anche se non lo percepiamo. Dio stesso nella poesia risponde alle domande dell’uomo dicendo:”Figlio mio le impronte che vedi sulla spiaggia non sono le tue ma le mie lasciate mentre ti portavo in braccio”.

Personalmente credo che la veglia di quest’anno ha permesso al nostro gruppo parrocchiale formato dalla maggior parte di giovani ragazzi, alcuni dei quali giovanissimi, attraverso l’uso di un linguaggio fluido e immediatamente fruibile, di scoprire nuove modalità e nuovi canali, più quotidiani che occasionali, per accogliere Gesù nei nostri cuori ogni giorno fortificando la nostra fede.