"Siete pronti a dare il vostro sì?” “Strettamente uniti: Cristo un ponte fra noi



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 13 Maggio 2018 si è tenuta a Messina la “Festa del sì”, raduno annuale della Gioventù Francescana di Sicilia, che rappresenta l’occasione per noi gifrini, di rinnovare il nostro “Sì” al Signore così come fece Maria. La novità di quest’anno è stata la collaborazione tra la realtà siciliana e quella calabrese e proprio per questo è stata scelta come città ospitante Messina.

Il clima di festa si respirava fin dai primi momenti negli abbracci e nei sorrisi di tutti noi nel rivedere i membri delle altre fraternità conosciuti ai campi regionali o in varie occasioni. A presentare il tema della giornata Luca Corallo, presidente regionale della Gifra di Sicilia, che ha spiegato il significato del tema scelto quest’anno: “Strettamente uniti: Cristo un ponte fra noi”. Infatti, durante tutta la giornata, abbiamo riflettuto sulla bellezza della diversità, che non deve rappresentare motivo di litigi o discordie, ma che, al contrario, deve diventare una ricchezza nella fraternità.

Dopo un breve momento di preghiera, abbiamo ascoltato le parole di Papa Francesco, pronunciate in occasione della messa di Pentecoste dello scorso anno che invitavano all’unità in Cristo.

Il sindaco di Messina, in un breve intervento, ha voluto sottolineare l’impegno attivo che ogni cristiano, e quindi in particolare ogni gifrino, deve avere nella vita di tutti i giorni.

Culmine della mattinata, l’esibizione della Christian Band “Kantiere Kairòs”, che con la loro musica ci ha fatto divertire, ballare, ma anche riflettere. Sulle note di una delle loro canzoni abbiamo ricordato Marilena e Danilo, due gifrini calabresi prematuramente scomparsi.

Successivamente ci siamo uniti in una marcia, cantando e gridando il nostro sì, per le vie di Messina fino alla piazza Duomo, dove, per salutare ancora una volta i nostri fratelli scomparsi, abbiamo fatto volare dei palloncini bianchi. Inoltre i presidenti delle fraternità della Calabria e della Sicilia, si sono scambiati le rispettive magliette, simbolo dell’unità fra le due regioni.

Subito dopo una pausa per il pranzo e alcuni giochi, abbiamo partecipato alla Santa Messa, presieduta da monsignor Cesare Di Pietro, vicario generale dell’arcivescovo. Durante la Messa si è svolto il tradizionale passaggio del crocifisso di San Damiano, che viene affidato alla fraternità che ogni anno ospita la “Festa del sì”.

Infine, l’arcivescovo Giovanni Accolla ha dato il suo saluto ai gifrini, soffermandosi sull’importanza delle scelte e ponendoci delle domande: “Siete disposti a fare delle rinunce per un sì? Anzi non siete disposti, ma siete pronti? Perché tutti siamo disposti con il tempo […] Siete pronti a dare il vostro sì?”

 

Gi.Fra. Augusta