Benvenuti nel Sito della Parrocchia S. Maria del P. Soccorso di Augusta

 


 

Domenica 1 novembre: Solennità di tutti i santi.

Cari amici, buona domenica!

La Chiesa celebra oggi, in un’unica festa, i meriti e la gloria di tutti i santi: così si esprime la liturgia di questa solennità. I Santi di cui oggi facciamo memoria non sono  soltanto quelli riconosciuti e canonizzati dalla Chiesa, quelli del calendario liturgico; sono tutti quelli che godono della visione di Dio in paradiso, cioè nella beatitudine eterna. Celebrando questa festa siamo invitati a contemplare nello stupore della fede la Gerusalemme del cielo; a riflettere sulla santità, come vocazione comune a tutti i cristiani; a camminare per i sentieri faticosi ma possibili della santità, come impegno personale e comunitario. La Chiesa tutta è chiamata all’unica santità, quella cioè di seguire Cristo Gesù, fonte e modello di ogni santità.

Chi sono i santi? Modelli di vita cristiana e intercessori presso Dio, i Santi nella pedagogia della Chiesa sono coloro che hanno testimoniato con le parole e le opere le virtù teologali della fede, della speranza e della carità; testimoni dell’amore di Dio e del prossimo sono stati per la società “sale della terra e luce del mondo”, come ci esorta Gesù: “risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli”Mt 5,16.

Il vangelo di questa solennità (cfr Mt 5,1-12) ci invita a riflettere, come scuola e via della santità, sulle Beatitudini evangeliche: esse – le beatitudini non sono dei comandamenti o dei precetti aggiunti, ma indicano uno stile di vita; esigono l’impegno alla conversione del cuore e accettare la sola e vera logica del vangelo. Qualcuno ha scritto le Beatitudini sono l’autoritratto di Gesù, il primo “beato” perché, lui per primo, li ha messe in pratica nella sua vita. Nell’osservanza delle beatitudini abbiamo la nostra conformazione a Cristo Gesù.

Cosa vuol dire “essere beato”? Non significa essere senza problemi o avere una vita facile –comoda e spensierata … Beato nel linguaggio biblico vuol dire “camminare alla presenza del Signore”, cioè osservare la sua Legge, lasciandosi guidare e illuminare da essa. Beato è colui che osserva la Parola di Dio e la traduce in pratica, di essa fa la sua norma di vita. Se diverse sono le beatitudini una sola le sintetizza tutte, e cioè: “beati coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica”!

Nella festa odierna di Tutti i Santi mi piace ricordare l’Esortazione apostolica, “Gaudete et exsultate”, sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, di Papa Francesco. Il Papa ci offre una guida illuminata, una sorta di vademecum da tener presente nella nostra vita quotidiana, fatta di piccole cose ma fatte con amore per vivere la santità nella quotidianità e nella normalità: sono i santi della porta accanto come si esprime papa Francesco. Ad esempio: nei genitori che crescono con tanto amore i loro figli; negli uomini e nelle donne che lavorano per portare il pane a casa; nei malati e nelle religiose anziane che continuano a sorridere … cfr n 7 o.p.

Nella festa di  tutti i Santi, auguri e buona domenica a tutti!

Orari delle Sante Messe

Feriali: 8.00 (Cristo Re) - 18.00 (Cristo Re)
Prefestivo: 8.00 (Cristo Re); 18.00 (Cristo Re)
Festive: 8.00  - 10.00 - 18.00 (Cristo Re)

Organigramma parrocchiale

  • Parroco: Padre Vincenzo Zagarella
  • Guardiano: Padre Marcellino Margarone
  • Vicario Parrocchiale: Padre Paolo Silluzio
  • Vicario Parrocchiale: Padre Maurizio Sierna
  • Vicario Parrocchiale: Padre Vittorio Midolo
  • Collaboratore: Diacono Permanente Ottavio Castro

frati-provincia-siracusa
madonna-del-perpetio-soccorso