Benvenuti nel Sito della Parrocchia S. Maria del P. Soccorso di Augusta

 



 

Domenica 2 agosto: Mt 14,13-21.

Cari amici, buona domenica!

Il brano del vangelo di questa domenica racconta il miracolo della moltiplicazione dei pani, secondo Matteo. Sia i Sinottici che Giovanni, il quarto evangelista, raccontano questo miracolo; ognuno con qualche piccola variante, ma nella sostanza tutti dicono la stessa cosa.

L’evangelista Matteo annota, anzitutto, la compassione di Gesù: sensibile e attento alla sofferenza fisica e morale della gente. Questa compassione, che non è pietismo né sentimentalismo, si fa solidarietà profonda, condivisione e assunzione del dolore altrui: “sentì compassione e guarì i loro malati”. Se è vero che la gente va in cerca di Gesù, e altrettanto vero che è Gesù che va incontro alla folla, “assetata e desiderosa” di ascoltare una parola di verità e di speranza: all’uomo che cerca Dio, Dio si fa sempre trovare e lo premia con la gioia della consolazione e l’amore della compassione.

Nel racconto della moltiplicazione dei pani è implicito il riferimento all’Eucaristia: alla narrazione storica dell’evento segue la narrazione liturgica del sacramento: “Gesù alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli, e i discepoli alla folla”. Il miracolo nella sequenza dei gesti è preparazione e anticipo velato dell’Eucaristia; anche l’annotazione temporale (sul far della sera)è chiara allusione all’ultima cena del Giovedì santo (Gesù venuta la sera si mise a tavola con i dodici …Mt 26,20): la moltiplicazione dei pani è segno ed epifania del pane eucaristico.

Nella moltiplicazione dei pani Gesù coinvolge direttamente gli apostoli; vuole la loro personale collaborazione. Infatti, mentre i dodici vorrebbero congedare la folla, Gesù dice loro: “date loro voi stessi da mangiare!”. Gli apostoli dispongono di cinque pani e due pesci, ben poco per una massa così numerosa. Gli apostoli stanno tra Gesù e la folla, sia nell’offrire a Gesù il poco che hanno (i 5 pani e i 2 pesci) e sia nel ricevere da Gesù per darlo alla folla il pane benedetto e moltiplicato. Gesù insegna agli apostoli a donare quanto hanno ricevuto per pura grazia e dono.

Questa posizione intermedia degli apostoli tra Gesù e il popolo è il luogo proprio della Chiesa: essa, la Chiesa, è comunità di salvezza perché tutto riceve dal Signore e tutto ridona al mondo. Il numero 12 è allusione al nuovo Israele di Dio, la Chiesa di Cristo: “Tutti mangiarono a sazietà, e portarono via i pezzi avanzati, dodici ceste piene”. Due pani non mancheranno mai nella Chiesa, il pane della Parola e il pane della vita, l’Eucaristia.

Buona domenica a tutti!

Orari delle Sante Messe

Feriali: 8.00 (Soccorso) - 19.00 (Cristo Re)
Prefestivo: 8.00 (Soccorso); 19.00 (Cristo Re)
Festive: 7.30 (Soccorso); 9.30 - 11.00 - 19.00 (Cristo Re)

Organigramma parrocchiale

  • Parroco: Padre Vincenzo Zagarella
  • Guardiano: Padre Marcellino Margarone
  • Vicario Parrocchiale: Padre Paolo Silluzio
  • Vicario Parrocchiale: Padre Maurizio Sierna
  • Vicario Parrocchiale: Padre Vittorio Midolo
  • Collaboratore: Diacono Permanente Ottavio Castro

frati-provincia-siracusa
madonna-del-perpetio-soccorso